strutture in pendenza villa p

la nuova costruzione è evoluzione del terreno stesso, prosecuzione del paesaggio coltivato a vigneto con i suoi terrazzamenti e muretti a secco. la casa emerge silenziosa tra le viti, marca la topografia attraverso la prosecuzione di un muro esistente di sasso. un allungamento, un integrarsi e un crescere sopra i vigneti. la casa nasce dal terreno, due setti di cemento paralleli tra loro che dialogano attraverso diversi materiali e diverse distanze. da un lato un muro di sasso caratteristico del paesaggio della valle isarco, dall’altro lato un muro di cemento dal colore scuro come quello dell’uva. si crea una dualità tra muro d’ombra e continuità del muro. per otto mesi all’anno i vigneti si tingono di verde e il terrazzamento scompare tra le foglie facendo intravedere la costruzione in modo sfumato.

villa p