il rosso unisce casa g

un’architettura moderna accanto ad edifici antichi in un dialogo tra vecchio e nuovo. il programma: una casa con un suo carattere che si integra nel tessuto esistente – una cappella del XV secolo e un albergo costruito a cavallo del XIX e XX secolo. un rifugio tra autostrada, strada statale e fiume isarco. rossi pannelli di vetro smaltato e un calcestruzzo grigio faccia vista, dividono il corpo edilizio in due zone. il basamento in calcestruzzo protegge gli abitanti da sguardi indiscreti e da rumori all’interno della corte, per poi proseguire diventando parte dell’edificio. le aperture sono condizionate dalla destinazione d´uso degli spazi interni. inoltre i rossi pannelli di vetro sono specchi nei quali si riflettono paesaggio e tessuto edilizio.

casa g